Jorit aggredito a Napoli da un esponente politico: “Ti schiatto la capa”

Non sono finite le disavventure per il famoso street artist Jorit. Dopo la drammatica esperienza del suo arresto a Betlemme dove si era recato per cimentarsi nella realizzazione di un’opera, ieri è stato vittima di una tesissima aggressione verbale a Napoli.

Infatti il ragazzo, figlio di un napoletano congiunto con una donna olandese, è stato sorpreso da un esponente politico di estrema destra, Pietro Lauro, consigliere della V Municipalità di Napoli, che in un linguaggio poco consono e volgare gli ha intimato di andarsene con gesti plateali e alzando le mani in maniera minacciosa, quasi a volerlo colpire, come si evince chiaramente nel video girato da Fanpage.it.

In realtà la reazione spropositata del consigliere è figlia di un suo sentimento personale che nutre verso Jorit, in quanto altre motivazioni non ci sono. Perché lo street artist che nel momento del battibecco violento era in via Menzinger, nel quartiere collinare dell’Arenella, si trovava li perché commissionato dalla cooperativa “La Locomotiva” a realizzare su un edificio abbandonato il volto di Ilaria Cucchi e Sandro Pertini. Il tutto perfettamente in regola e con i dovuti permessi legali.

Un progetto, quello al quale anche Jorit è stato coinvolto per decorare l’esterno di questo edificio, che ha dei fini e obiettivi sociali. Infatti la struttura diventerà la Casa della Socialità, in cui saranno coinvolti anche gli studenti delle scuole del quartiere. Così da riabilitare una vecchia struttura abbandonata e al tempo metterla al servizio della comunità, con progetti coinvolgenti a scopi sociali e civili.

Potrebbe anche interessarti