Caffè Gambrinus multato: non ha fatto entrare il cane guida di una donna cieca

Bar GambrinusCaffè Gambrinus, lo storico bar napoletano situato nei pressi di Piazza Plebiscito, è stato multato per aver impedito l’ingresso nella Sala  da The di un cane guida che accompagnava una persona cieca.

La multa che dovrà pagare ammonta a 833 euro.

La vicenda è avvenuta ieri. La donna non vedente accompagnata dal suo cane con guinzaglio e museruola è stata lasciata all’esterno del bar, appunto perché nel famoso Caffè non è permesso agli animali di entrare in tutte le sale, ma solo alcune. Una cosa alquanto assurda, dato che i cani guida per persone disabili non sono semplici animali domestici o da compagnia, ma sono praticamente essenziali per la vita e l’autonomia di queste persone.

Senza tener conto che i cani guida, accuratamente addestrati, a causa del loro lavoro sono animali mansueti, equilibrati e teneri, che non creano disagi o fastidio a nessuno. Inoltre, accantonando il lato umano di tutta la vicenda, il Gambrinus ha infranto la norma che permette ai cani guida si entrare in tutti le attività commerciali e pubbliche, tenendo ovviamente conto della loro vitale importanza per il padrone.

Intanto il portavoce della famiglia, Michele Sergio, ha detto: È stato uno spiacevole equivoco. Mio zio non si è reso conto subito che si trovava di fronte ad una ipovedente, e quando lo ha capito ha invitato la signora a entrare ma ha rifiutato rivolgendosi ai vigili. I cani possono entrare in alcune sale e in altre no; siamo disponibili verso tutti, specie nei confronti dei disabili. Valuteremo il ricorso, ma siamo pronti a incontrare la signora magari davanti ad un bel caffè“.

Potrebbe anche interessarti