Morto a 21 anni schiacciato da un albero: la storia di Davide

Stava rientrando a casa, Davide, dopo una giornata trascorsa all’università. Il suo sogno era quello di diventare ingegnere. Un sogno, però, distrutto da un albero. Davide Natale era un ragazzo coscienzioso, a modo, racconta chi lo conosceva. Un ragazzo perbene insomma, merce rara oggigiorno. Davide è soprattutto il simbolo di una tragedia. Perché morire a 21 anni per il maltempo, nel 2018, è inaccettabile.

Una tragedia assurda, che ha spezzato per sempre la vita di un 21enne che voleva soltanto diventare un ingegnere. E’ intorno alle 16 di ieri pomeriggio che Davide è morto, schiacciato da un albero caduto per il forte vento. Grande tifoso del Napoli ed appassionato di basket, era nato a Pompei, ma si era trasferito insieme alla famiglia a San Nicola la Strada, nel Casertano.

Era iscritto alla facoltà di Ingegneria Meccanica della Federico II di Napoli. A seguito della tragedia, la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Nel frattempo, anche l’Università si ferma. Oggi l’intero complesso di via Claudio a Fuorigrotta resterà chiuso.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più