La storia di Fabio: partito da Napoli, la sua pizza ha fatto impazzire Londra

La passione di Fabio per la pizza lo ha portato lontano da Napoli, ma la sua pizzeria “Figli del Vesuvio” è diventata un punto di riferimento a Londra e motivo d’orgoglio per il “made in Naples”. Parliamo di un ragazzo di 30 anni originario di Materdei che, dopo aver fatto per diversi anni il cameriere, ha deciso di dare una svolta alla sua vita imparando a fare la pizza.

La passione per uno degli alimenti più famosi al mondo lo ha accompagnato sin da piccolo, quindi, ma si è concretizzata in un’opportunità di lavoro solo nel 2010 quando venne chiamato a Londra. Dapprima iniziò come fornaio, ma più il tempo passava e più si rendeva conto che la strada giusta da intraprendere era quella. Così dopo circa cinque anni, insieme ad un altro napoletano, decise di aprire il suo locale.

Fabio (nella foto a sinistra) ha raccontato la sua storia al Corriere del Mezzogiorno. Una storia fatta di amore e sacrificio, partita da un localino con pochi tavoli, ma che in poco tempo ha raggiungo così tanto successo da “costringere” i due napoletani a prendere in affitto dei locali affianco al loro. Purtroppo, però, non sono mancate le difficoltà e i due, mentre un giorno si stavano recando al lavoro, si accorsero che erano state cambiate le serrature del loro ristorante.

Autore del gesto fu il proprietario dei locali che, volendo ritoccare il canone mensile, pensò bene di intimidirli a pochi giorni dalla scadenza del contratto. L’esosa richiesta (1000 sterline in più al mese) portò la faccenda in tribunale, con il locale costretto a restare chiuso per più di un mese. I giudici, però, diedero ragione ai due soci che da quel momento non hanno mai più smesso di sfornare pizze, facendo diventare il loro “Figli del Vesuvio” un punto di ritrovo per tanti napoletani. Per loro, ora, si prospetta un futuro più che roseo, con il sogno di poter aprire nuovi locali nella capitale inglese.

Potrebbe anche interessarti