ZTL nuovi varchi a Piazza Dante. Riapertura Soft

ztl napoli

La delicata questione della ZTL napoletana continua a destare polemiche e dure reazioni. L’amministrazione però ammorbidisce le linee. Ecco cosa scrive a tal proposito IlMattino.it: Dieci varchi, tre sensi di marcia invertiti, una valanga di permessi rilasciati. Ci siamo. La Ztl Tarsia, Pignasecca, Quartieri Spagnoli e Dante è pronta a entrare in vigore. L’ordinanza sindacale è in fase di limatura. E dovrebbe essere pronta entro domani per partire con il nuovo dispositivo martedì primo ottobre. Una partenza soft.

Le targhe dei trasgressori catturate dalle telecamere non saranno trasformate in multe. I varchi, infatti, verranno presidiati per trenta giorni dagli agenti della Municipale per la fase di pre-esercizio. Circolazione libera per i motorini anche durante l’orario della Ztl. Le restrizioni alle due ruote sono state infatti eliminate.

L’orario viene incontro alle esigenze manifestate dalle municipalità, dai residenti e dai commercianti. E dunque lo stop alle auto di chi non risiede e non è munito di permesso è previsto dalle 9 alle 18. Un orario che consente di mattina di muoversi liberamente per potersi recare al lavoro e di pomeriggio di rientrare, fermarsi ai negozi prima della chiusura. Un orario, in sostanza, frutto di una lunga mediazione.

Le modifiche sostanziali riguardano tutta l’area dell’ospedale dei Pellegrini dove le macchine potranno transitare girandoci intorno. Il varco è collocato in via Rosario a Portamedina che cambia il senso di marcia. Modifica della marcia anche in via Giovanni Ninni e a San Liborio tra Pasquale Scura e Vico dei Pellegrini e da San Liborio a Portamedina.

Dieci i varchi non tutti ancora con l’allaccio ma che saranno comunque presidiati dagli agenti della Municipale. Vico Trinita’ delle Monache, via Rosario a Portamedina, via Toledo angolo piazza D’Acquisto, via San Carlo, salita San Nicola da Tolentino, piazza Gesù e Maria, via Soriano (le telecamere erano state già installate ma non sono state mai attivate), via Brombeis, via Toledo angolo via dei Pellegrini e piazza Dante direzione via Toledo.

La segnaletica verticale in molti punti è già stata installata. Ora si aspetta solo la partenza ufficiale. L’entrata in vigore di questa Ztl è stata rinviata per tre volte per dare una parte ancora un po’ di ossigeno ai negozianti e dall’altra per non togliere uomini da piazza Garibaldi andata in sofferenza dopo l’entrata in vigore della nuova viabilità necessaria per l’allargamento del cantiere e la conseguente chiusura di buona parte della piazza.
Su piazza Garibaldi si sta ragionando da giorni.

E sotto stretto monitoraggio. Sono molti i punti critici emersi da quando è entrato in vigore il dispositivo e non viene esclusa l’ipotesi che entro la settimana si possano trovare soluzioni alternative per alleggerire il traffico.

Due le ipotesi in circolazione. La prima prevede il passaggio di autobus e taxi davanti alla stazione e dunque il tratto di corso Lucci. L’altra ipotesi, invece, oltre al passaggio dei bus e ovviamente anche dei veicoli dei disabili tocca anche i sensi di marcia di alcune strada proprio per evitare che l’intasamento di corso Garibaldi e il blocco del tram il cui percorso è sempre più faticoso da quando è stata eliminata la corsia preferenziale. Già oggi ci sarà una nuova riunione per affrontare il dispositivo del traffico di piazza Garibaldi alla quale è chiamata a partecipare anche l’Anm che lamenta da giorni una dilatazione dei tempi di percorrenza di alcune linee, da venti minuti si è passati a 40, con attese sempre più sgradite agli utenti.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più