È morto Alfredo Barbaro, storico commerciante della Galleria Umberto I

alfredo barbaroNapoli perde uno dei suoi storici commercianti, è morto Alfredo Barbaro, con lui se ne va un pezzo di storia della città, non solo della Galleria Umberto, di cui era il «patron» indiscusso. “Voglio ricordarti con questo sorriso , grazie per tutto quello che hai fatto per noi figli e per tutti i nipoti, per gli insegnamenti che ci hai dato, per i valori che ci hai trasmesso, per l’umiltà che non hai mai lasciato dietro di te, e con la quale te ne sei andato ciao Papà”. Con questo commovente post su Facebook il figlio Pasquale ha annunciato la morte del padre.

Alfredo Barbaro è nato nel 1931, ha iniziato la sua carriera nei Quartieri Spagnoli, dove i suoi genitori vendevano frutta e verdura a Sant’Anna di Palazzo. In gioventù per aiutare i suoi genitori vendeva gelsi ai passanti, in seguito a soli 8 anni andò a lavorare in un bar nell’Angiporto Galleria come garzone. Nello stesso bar, dopo 25 anni, aprì la sua bottega.

Alfredo Barbaro è deceduto nella sua villa a Salina. Don Alfredo, come lo chiamavano in molti, stava male da un po’ di tempo, ma nell’ultimo mese si era aggravato. Don Alfredo farà presto ritorno a Napoli e i funerali si dovrebbero tenere domenica o lunedì.

Anche la figlia Valeria ha voluto salutare il caro papà con un post Facebook scrivendo: “Mi mancherà la tua Gentilezza, la tua Educazione, la tua Umiltà, la tua Generosità, la tua Passione per il lavoro, la tua Genialità…. Grazie papà, grazie Alfredo”.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più