Formiche al San Giovanni Bosco, l’Asl apre l’inchiesta: “Una presenza sospetta”

Per i casi di formiche all’ospedale San Giovanni Bosco è stata istituita una commissione d’inchiesta. Ad annunciare la novità (che arriva dopo l’esposto ai Nas) è il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, Mario Forlenza, che vuole vederci chiaro sulla presenza “anomala e sospetta in pieno inverno” delle formiche nella struttura ospedaliera.

Forlenza spiega che “oltre al ricorso in sede giudiziaria, visti il numero degli episodi di denunce di presenze di formiche, sembra opportuna anche un’attenta indagine del fenomeno e ciò non può che essere espletata da parte di esperti e competenti professionisti, quantomeno per chiarire dubbi e perplessità“.

La Commissione, operativa da domani, martedì 8 gennaio 2018, “avrà il compito di accertare le cause del fenomeno, individuare responsabilità per eventuali inadempienze igienico-sanitarie all’interno del plesso ed elaborare un’approfondita ed esaustiva analisi, proponendo le eventuali azioni correttive tese a implementare quanto già posto in essere allo scopo di evitare il ripetersi del fenomeno“.

Oltre al triste episodio della paziente srilankese, ci sono stati recentemente anche altri casi di formiche che liberamente circolavano su un paziente ricoverato in rianimazione e ancora prima tra sale e medicinali nel pronto soccorso chirurgico. Una situazione insostenibile sulla quale dovrà fare chiarezza la Commissione così composta: Emilio Lemetre, direttore del Servizio igiene pubblica della Asl Napoli 1, Luciano Hengheller, direttore del servizio ispettivo aziendale della Asl Napoli 1; Giuseppe Pezone, del Dipartimento di prevenzione della Asl Napoli 1; Aniello Anastasio, del Dipartimento di Medicina veterinaria dell’Università Federico II, e Franco Pennacchio, entomologo del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II.

Potrebbe anche interessarti