San Giovanni Bosco, ora anche i crolli: cede controsoffitto a ginecologia

Non finiscono i problemi per l’ Ospedale San Giovanni Bosco. Infatti se lo scandalo delle formiche in diversi reparti e su pazienti ricoverati non bastasse, nella notte si è verificato un crollo nella seconda sala parto nel reparto di Ginecologia.

L’unica fortuna è che il crollo della controsoffittatura già malandata non ha creato danni alle persone. Questo perché la sala era stata già chiusa da tempo a causa delle condizioni in cui versava, in quanto già si erano segnalate delle infiltrazioni d’acqua, le stesse che hanno contribuito al crollo.

A denunciare l’evento che inasprisce ancora di più l’opinione pubblica è stato Francesco Emilio Borelli sul suo profilo privato, allegando anche le foto del crollo, il quale ha dichiarato: “Purtroppo il San Giovanni Bosco versa in una situazione particolare e occorre impegno da parte di tutti. Anche le forze dell’ordine devono collaborare, eliminando le sacche di illegalità presenti all’interno e all’esterno dell’ospedale sopratutto la presenza della camorra. Abbiamo sollecitato più volte il questore, chiedendo l’istituzione di una postazione fissa di polizia. Lo spiazzo esterno è ancora preda dei parcheggiatori abusivi, legati a vario titolo alla criminalità organizzata della zona”.

La situazione è gravissima. La struttura versa in uno stato di degrado imbarazzante. Ora non ci devono essere più scuse o rinvii, bisogna dare priorità al problema e intervenire subito.

Il post di Francesco Emilio Borrelli:

Il video:

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più