Napoli, Abc aumenta il bonus idrico: chi può richiederlo

Un’importante prima delibera dell’anno da parte della società che gestisce l’acqua a Napoli. Abc si dimostra ancora una volta molto vicina alle famiglie meno abbienti con un bonus idrico integrativo.

Tenendo conto delle condizioni di particolare disagio economico del territorio servito, con la Delibera n°1 del 16/1/2019, l’Azienda speciale Acqua bene comune Napoli propone, al Comune, l’adozione di un bonus idrico integrativo che introduca condizioni di miglior favore per l’utenza.

Abc intenderebbe aumentare di circa 900€ portando la soglia Isee a 9000€, così l’ammissione al bonus per i nuclei familiari composti fino a 3 persone e, in caso in cui il nucleo familiare sia ridotto, sarà riconosciuto all’utenza un importo complessivo massimo corrispondente a quello da versare per il consumo a fascia agevolata di 54.750 litri d’acqua all’anno.

L’acqua è un bene comune e da sempre la società che si occupa del bene primario a Napoli si batte per far si che questa risorsa sia disponibile per tutti. Queste le dichiarazioni di Sergio D’Angelo, commissario straordinario Abc:

“Abc sceglie di essere più generosa con le famiglie indigenti ma contemporaneamente, più rigorosa nell’azione di contrasto agli abusi, ai furti d’acqua, e nei confronti degli utenti morosi che non versano in condizioni di difficoltà.”

Potrebbe anche interessarti