Napoli, scoperti furbetti del bollo auto: esenti nonostante la morte dei familiari

Guardia di finanzaGli uomini della Guardia di Finanza di Napoli hanno scoperto l’affare illecito di dodici persone che continuavano ad usufruire dell’esenzione del bollo auto indebitamente dopo il decesso del familiare portatore di handicap o invalido effettivo titolare del beneficio.

I dodici incriminati non hanno più versato alla Regione il bollo nonostante la morte dei familiari esenti.

L’esenzione dal pagamento del bollo auto spetta solo nel caso in cui il veicolo è intestato direttamente al disabile intestatario del bollo oppure ad un familiare che risulti fisicamente a carico del disabile.

Nell’ipotesi nel quale l’esenzione sia richiesta dal parente con il disabile a carico, il bollo auto è ottenibile solo se il suo reddito è inferiore o uguale a 2.840,51 euro.

I dodici automobilisti incriminati hanno ricevuto un verbale di accertamento con sanzione pecuniaria pari al triplo del beneficio di cui si è fruito illecitamente.

La sanzione può essere ridotta a un terzo solo se pagata entro 60 giorni dalla data di notifica dell’accertamento.

Potrebbe anche interessarti