Weekend super a Napoli e dintorni: 11 eventi da non perdere

San Gregorio ArmenoUn weekend pieno di eventi quello che ci aspetta a Napoli e non solo! Tanta arte, cultura, folklore ed attività per grandi e piccini. Le nostre proposte più belle da non perdere.

Apecar carico di libri a Napoli, dal 2 febbraio al 30 marzo.
Al fine di promuovere la lettura dei bambini e dei loro genitori nei diversi territori della città, si partirà con il “biblio-ape”, una biblioteca itinerante girerà per la città appositamente attrezzata e fornita di volumi per bambini e famiglie allo scopo di realizzare attività di lettura e consultazione di libri e laboratori di lettura all’aperto.

‘A Juta dei femminielli a Montevergine, dal 31 gennaio al 2 febbraio.
Il 2 febbraio di ogni anno a Montevergine si svolge la tradizionale processione della Candelora, la “Juta dei femminielli” per celebrare Mamma Schiavona.

Van Gogh al Centro Campania, dal 26 gennaio al 24 febbraio.
Una nuova mostra dedicata a Van Gogh sarà allestita al Centro Commerciale Campania. Il progetto si chiama “Van Gogh Shadow” ed è a cura dell’artista Luca Agnani. La mostra avrà come oggetto alcune delle opere più famose di Van Gogh, ricreate con nuove tecnologie di produzione digitale 3d.

Napoli diventa città della conversazione, dal 21 gennaio al 17 febbraio 2019.
Napoli lancia la sfida: un mese di appuntamenti di cultura e socialità liberandoci di pc e smartphone.

Visite guidate ai Giardini Pensili di Napoli, fino al 30 aprile 2019.
Riaprono al grande pubblico i Giardini Pensili del Palazzo Reale di Napoli, un “tesoro nascosto” che dà la possibilità di fare una passeggiata vista golfo nella parte del Palazzo che dà su Via Acton. Così come sono state restaurate e riaperte le stanze private del re, anche i giardini hanno subito delle modifiche: la pavimentazione della terrazza, ad esempio, sebbene fedele all’antico progetto, è stata rifatta.

Al MANN 14 incontri gratuiti, dal 17 gennaio al 30 maggio 2019.
Si terrà al Museo Archeologico Nazionale di Napoli un ciclo di conferenze organizzato dal Servizio Educativo del Museo per la rassegna Incontri di Archeologia. Gli incontri sono gratuiti.

Leonardo da Vinci in mostra a Napoli, fino al 30 giugno 2019.
Mostra nel cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, presso la suggestiva Cripta del Complesso Monumentale Vincenziano. Oggetto dell’evento le macchine realizzate, artigianalmente dal Maestro Mario Paolucci, su progetti originali di Leonardo da Vinci, sia in scala sia a grandezza naturale e realmente funzionanti tali da poter essere usate.

Laboratori gratuiti di architettura a Capodimonte, 13 gennaio/10 febbraio/10 marzo/14 aprile/12 maggio/9 giugno.
Previsti vari laboratori per bambini che si concentreranno sui temi legati all’architettura. Il tema di quest’anno riguarda il rapporto tra l’opera e l’architettura che la ospita. Il progetto ha l’intenzione di stimolare l’immaginazione, dato che i bambini di oggi passano molto tempo davanti ai dispositivi elettronici che fanno tutt’altro che stimolare la loro fantasia e creatività e può essere anche un buon modo per far stringere loro nuove amicizie.

Laboratori per bambini della Comix Napoli, da gennaio a giugno.
La Scuola Italiana di Comix di Napoli aprirà anche ai bambini. A partire da sabato 12 gennaio, infatti, inizieranno i laboratori creativi della Comix Kids Academy. Questo nuovo progetto della Scuola Italiana di Comix, totalmente dedicato a bambini e ragazzi, segna la nascita della prima e unica Accademia di formazione artistica per le fasce d’età 5 – 13 anni.

SplendOri, i gioielli di Ercolano in mostra, dal 20 dicembre 2018 al 30 settembre 2019.
Parte SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano la prima mostra del Parco Archeologico di Ercolano all’interno dell’Antiquarium, anche questo per la prima volta aperto alla fruizione del pubblico.

Mostra sui De Filippodal 28 ottobre 2018 al 24 marzo 2019.
A Castel dell’Ovo una mostra renderà omaggio a una famiglia di attori, registi e artisti che ha reso Napoli famosa in tutto il mondo e che ha aperto la strada a un teatro che ha saputo raccontare come nessun altro le tradizioni, le problematiche e il modo di intendere la vita alle falde del Vesuvio.

Potrebbe anche interessarti