Comune e Ministero litigano, Napoli rischia di perdere 98 milioni di fondi europei

La lentezza dei lavori e la trasgressione di alcune norme, rischiano di far perdere alla città di Napoli fondi del valore di 98 milioni di euro. Il problema riguarda la linea 6 della metropolitana, che copre la tratta San Pasquale- Municipio. I finanziamenti destinata a questa nuovo impianto di trasporto fanno parte del progetto di fondi europei Por Fesr 2007-2013, la cui scadenza è prevista per fine marzo 2019.

Ma i lavori non saranno mai terminati per questa data, in quanto tempo fa è sorto un problema già denunciato, ma non ancora risolto, a causa di alcune irregolarità presunte evidenziate dal ministero dei Beni Culturali. E la questione verteva sulle griglie di ventilazione, che ha creato una disputa tra Comune e Ministero. Infatti secondo quanto sostenuto dai Beni Culturali le griglie previste a Piazza Plebiscito dovevano essere spostate per tutelare la piazza, ma il Comune si è sempre imposto affermando sia la legalità quanto la sostenibilità ambientale delle griglie di ventilazione. E anche il Tar della Campania diede ragione al Comune di Napoli. Ma il Ministero è tornato a bloccare di continuo i lavori, rallentandoli drasticamente.

Per tale motivo al fine di non perdere i finanziamenti europei, è sceso in campo anche il Ministero per il Sud nella persona di Barbara Lenzi che si è rivolta alla commissione europea di Bruxelles per ottenere un passaggio nella programmazione successiva del periodo 2014-2020 e non perdere i finanziamenti.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più