Medico napoletano premiato negli USA: ha creato gli occhiali per la diagnosi dei tumori

I Goccles, gli occhiali che consentono di identificare lesioni tumorali precoci del cavo orale, hanno ricevuto un importantissimo riconoscimento a livello mondiale il mese scorso. Progettati e brevettati dall’équipe dell’Unità Operativa di Chirurgia Maxillo-facciale del Complesso Integrato Columbus – Università Cattolica di Roma, diretta dal prof. Sandro Pelo, il cui piano di ricerca è stato coordinato dal medico ricercatore napoletano Francesco Di Nardo e da Alessandro Moro.

Il dispositivo diagnostico targato Pierrel Pharma, azienda farmaceutica campana, ha vinto la medaglia d’argento nella sezione Diagnostica (categoria Medicale e Dentale) degli EDISON AWARDS™ 2019. Con l’innovativo Goccles si può eseguire un esame semplice, non invasivo e non doloroso della cavità orale, per lo screening precoce del cancro orale e di altre lesioni precancerose.

Goccles sono semplici occhiali dotati di uno speciale filtro ottico da utilizzare insieme ad una qualsiasi luce fotopolimerizzante disponibile in ogni studio dentistico e consentono l’esame della cavità orale rilevando lesioni sospette precancerose. Gli occhiali permettono l’osservazione del fenomeno della fluorescenza della mucosa sana, distinguendo le lesioni sospette che appariranno come aree scure su sfondo verde.

Infatti, il cancro del cavo orale è il sesto più diffuso al mondo e se si riesce a diagnosticarlo al primo stadio le possibilità di sopravvivenza sono del 94%. Conoscere i fattori di rischio ed effettuare check-up preventivi, tra cui lo screening dell’intera bocca, è essenziale per la diagnosi precoce e la prevenzione di tali malattie.

L’aver ricevuto un EDISON AWARDS è una delle più alte legittimazioni che l’azienda potesse ottenere in nome dell’innovazione. La cerimonia premia l’eccellenza nell’innovazione tecnologica, nello sviluppo di nuovi prodotti e servizi, nel marketing e nel design incentrato sull’uomo e vengono assegnati annualmente da Edison Universe, un’organizzazione no-profit.

I premi prendono il nome dall’innovatore Thomas Alva Edison (1847-1931) e simboleggiano la persistenza e l’eccellenza nell’innovazione da lui personificata. I vincitori del premio rappresentano quindi prodotti rivoluzionari, validi servizi, eccellenza e leadership nell’innovazione attorno a quattro criteri: idea, valore, distribuzione e impatto.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più