Emilio Fede condannato: “Voglio andare a Napoli per scontare i domiciliari”

Emilio Fede

Emilio Fede, ex direttore del Tg4, è stato condannato a 4 anni e 7 mesi per favoreggiamento della prostituzione per le serate a sfondo sessuale che si tenevano nella villa ad Arcore dell’ex premier Silvio Berlusconi.

Il giornalista, in attesa di “una grazia” dal Presidente della Repubblica, ha ammesso che vorrebbe trascorrere gli anni di condanna a Napoli. Vorrebbe, insomma, iniziare e terminare il ciclo temporale dei suoi domiciliari nel bel capoluogo partenopeo in quanto, come lo stesso Fede ha dichiarato:

“Chiederò di poter vivere gli arresti domiciliari nella casa di mia moglie Diana a Napoli. E’ una città a cui sono molto legato e dove la gente mi manifesta sempre tanta vicinanza. E spero di ottenere quanto prima l’affidamento ai sevizi sociali. Chiederò di potermi occupare degli anziani ma anche dei ragazzi in difficoltà che cercano un’alternativa alla strada e alla malavita”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più