Ferimento Noemi, nuova ipotesi sulla sparatoria: potrebbe essere stata una vendetta

Noemi SantobonoNapoli – Una nuova pista sarebbe emersa circa il ferimento della piccola Noemi, raggiunta da alcuni proiettili in Piazza Nazionale venerdì scorso.

Secondo Agi, Agenzia Giornalistica Italia, potrebbero esserci motivi personali dietro il gesto dell’uomo che ha fatto esplodere i colpi indirizzati a un pregiudicato, anch’egli in gravi condizioni. Sembra che analizzando i debiti di quest’ultimo, gli investigatori pensino che l’attentatore possa avere agito per vendicarsi di investimenti rivelatisi truffaldini.

L’uomo avrebbe dunque perso una somma di denaro che aveva consegnato al pregiudicato, il quale si sarebbe impegnato a farla fruttare. L’investimento non sarebbe stato proficuo come sperato, da lì la decisione di compiere l’agguato. Gli investigatori proseguono in ogni caso con le indagini, senza escludere nessuna pista.

Restano intanto molto gravi le condizioni della bambina. L’ultimo bollettino medico, diramato questa mattina, afferma che la piccola paziente è tuttora sedata e collegata al ventilatore meccanico per il persistere dell’insufficienza respiratoria.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più