San Paolo, i lavori continueranno dopo le Universiadi: ci sarà anche la copertura

Napoli – Lo Stadio San Paolo di Napoli, come più volte annunciato, sta effettuando una grossa opera di restaurazione. Nella giornata di oggi si è provveduto alla stesura di altri mille metri della pista di atletica, che verrà ultimata entro sabato.

Lo Stadio San Paolo si prepara al grande evento cerimoniale d’apertura delle Universiadi, che avranno luogo a Napoli tra il 3 ed il 14 luglio, ospitando studenti di tutto il mondo. Per questo Napoli ci tiene a fare una gran bella figura, ma per farlo bisogna che il suo monumento sportivo più importante, raggiunga il massimo splendore.

Le Universiadi non sono lontane, ma la tempistica rientra perfettamente nei piani, nonostante il primo termine di scadenza sia scaduto il 30 maggio. Prevedono la rimozione dei sedili e l’impermeabilizzazione delle gradinate. Entro il prossimo 25 giugno i lavori infatti termineranno e terminerà l’installazione dei nuovi sedili, azzurri come il colore del Napoli.

Eccezion fatta per la Curva B, dove verranno apposti successivamente, perché l’area verrà impiegata per l’installazione delle scenografie per le Universiadi.  Entro il 15 giugno, invece, saranno consegnati i maxischermi e mancano poche batterie per completare la riqualificazione dei vecchi servizi igienici.

La restaurazione non terminerà però con il grande evento sportivo universitario, proseguiranno infatti anche oltre, sono in programma infatti la copertura dello stadio, non finanziata dalle Universiadi, e gli spogliatoi. Inoltre,  la gestione dell’illuminazione e per la supervisione di tutto l’impianto elettrico dello stadio.

Di seguito le parole del Presidente della commissione Vincenzo Moretto: È importante aver avuto rassicurazioni sulla consegna entro il 25 giugno, anche se il termine del 30 maggio non verrà rispettato per l’ultimazione di tutti i lavori“. L’unico neo, prosegue Moretto è che “alcuni aspetti ancora da affrontare, non coperti dal finanziamento delle Universiadi, come la copertura dello stadio.”

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più