Osservatorio del Mare: nasce l’associazione per difendere il patrimonio marino campano

osservatorio del mareQuest’anno, presso la prestigiosa sede di Villa Doria d’Angri a Napoli, dopo il lungo lavoro di preparazione durato quattro anni dalla firma dell’originario protocollo di intesa sottoscritto nel 2015, si è tenuta la cerimonia di costituzione formale della Fondazione di partecipazione Osservatorio del mare e del litorale costiero.

Numerosissimi gli illustri ospiti della stipula del rogito notarile in rappresentanza dei vari soci della Fondazione: l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile), CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), IZSM (Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno), le Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale e la Fondazione Dohrn. Il partner istituzionale, fin dalla nascita Fondazione Osservatorio del Mare è, invece, l’ARPA Campania.

LEGGI ANCHE
Alzheimer, scoperta a Napoli la possibile cura: una cellula dell'intestino

La Fondazione Osservatorio del Mare, infatti, rappresenta l’aggregazione e l’integrazione delle conoscenze e dei sistemi di monitoraggio marino-costiero, con l’obiettivo primario di ottimizzare lo stato di conoscenza degli ecosistemi marini costieri della Campania grazie alla sinergia di tutti gli enti che aderiscono al progetto.

osservatorio del mareLo scopo principale della Fondazione, infatti, è fornire alle istituzioni azioni volte alla mitigazione del rischio e all’uso sostenibile delle risorse del territorio marino, finalizzati ad una corretta gestione integrata dello spazio marittimo stesso.

Non si può, quindi, prescindere da un’accurata conoscenza delle specificità di un territorio, delle trasformazioni che l’hanno interessato, dei processi naturali e degli interventi umani che sul territorio intervengono.

LEGGI ANCHE
Federico II: in mostra un ristorante progettato da bambini e universitari

In ultima analisi, la Fondazione Osservatorio del Mare costituisce, pertanto, un organo tecnico-scientifico di servizio permanente che ha lo scopo di definire una strategia comune di indirizzo, programmazione e coordinamento finalizzate al monitoraggio, alla protezione del patrimonio marino e costiero della regione Campania ed anche alla sua valorizzazione economica.

Potrebbe anche interessarti