Napoli, caos ASL: beccati 149 infermieri abusivi. Rischiano tutti il posto di lavoro

Morto in ospedaleNapoli – Beccati 149 infermieri dell’Asl Na3Sud non iscritti all’Ordine Professionali Infermieri (OPI), e rischiano il posto.

Il controllo dell’azienda sanitaria è partito dalla richiesta della Regione Campania nella verifica delle posizioni degli infermieri. Con una nota del 3 giugno scorso, il direttore delle risorse umane Giuseppe Esposito chiede ai direttori dei nosocomi di comunicare ai dipendenti di “provvedere all’immediata iscrizione all’Opi onde evitare il procedimento disciplinare”.

Ora chi non ha il posto in regola, avrà un mese di tempo per sanare questo abusivismo e sanare quindi la propria posizione.

Queste le parole, riportate da sorrentopress, di Ciro Carbone , presidente dell’ordine delle professioni infermieristiche: “In mancanza di iscrizione si provvederà ad attivare il relativo procedimento disciplinare teso al licenziamento, tenuto conto che a tutt’oggi tale personale esercita alle vostre dipendenze le professioni infermieristiche abusivamente. In mancanza di un riscontro entro trenta giorni sarò costretto a sporgere denuncia querela alle autorità competenti”.

Insomma un ulteriore passo indietro per la sanità napoletana e nazionale, che sempre più sta cadendo nel baratro. Speriamo che la situazione possa migliorare in un futuro molto vicino.

Potrebbe anche interessarti