Napoli, cadono calcinacci da altri due edifici: una giovane resta ferita

Napoli – I cittadini hanno sempre più paura di camminare per le strade di Napoli. Dopo la morte del commerciante in via Duomo, domenica scorsa, altri due crolli di calcinacci si sono verificati in città, a San Pasquale e in vico Mattonelle. Un altro episodio ancora ha avuto luogo al centro di Torre del Greco, dove una donna è stata colpita alla testa: una tragedia sfiorata perché con lei, nel passeggino, c’era la figlia di un anno.

“Dopo la morte di un commerciante in via Duomo due nuovi episodi di caduta di calcinacci dai palazzi si sono verificati a Napoli. Uno dalla chiesa di San Pasquale, nell’omonima piazza, l’altro da uno stabile in vico Mattonelle, provocando tra l’altro il ferimento di una giovane, trovatasi sfortunatamente a passare di lì al momento del distacco. Il susseguirsi di casi legati al deperimento delle parti esterne degli stabili rappresenta un monito circa la situazione di degrado che affligge una consistente percentuale dell’edilizia privata a Napoli e in molti altri centri della regione”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Il ricorso alle reti contenitive – prosegue Borrelli – non è assolutamente una soluzione del problema. In molti casi non servono a niente, rappresentano solo un palliativo estemporaneo. Dinanzi al distacco di pezzi più pesanti finiscono per staccarsi, permettendo ai detriti di rovinare al suolo. Ci stiamo facendo promotori dei nuovi progetti di rigenerazione urbana promossi dalla Regione Campania che, a nostro avviso, rappresentano una priorità per restituire sicurezza alle città”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più