‘A marenna ‘e ll’Arco: quando Loredana Simioli spiccava nel video di Andrea Sannino

loredana simioli mariarca nicola andrea sanninoAh, che te n’cazze a ‘ffà/si ce stà chi a vita a’ piglia comme vene, o a’ piglia comme và“. Ad oggi, riascoltando queste parole della canzone “Nicola” di Andrea Sannino, sembra quasi di rivivere gli ultimi ricordi che ci ha lasciato Loredana Simioli, con la sua allegria capace di sovrastare tutto e tutti. E non è un caso che il cantante ercolanense l’avesse scelta per un ruolo molto particolare nel suo video: “‘A marenna ‘e ll’arco”.

La canzone, in sé, è tutta una riflessione semiseria su un problema comune a molte famiglie napoletane e non solo: quello degli eterni bambini. Nel video, Andrea Sannino, in un abbigliamento che vuole essere elegante ed eccentrico al tempo stesso, canta di un ragazzo di nome Nicola, conosciuto in tutto il paese come uno che vive alla giornata, che non vuole saperne di lavorare, ma naturalmente “è nu buono guaglione”.

In tutto il video si susseguono scene tipiche di Napoli e provincia, tra mercatini, artisti di strada e partite a carte improvvisate. Ed è proprio in questo clima scanzonato che spicca Loredana Simioli in una veste molto singolare: quella della Madonna dell’Arco in processione, adornata come una regina e assisa sul trono, ma che stringe in mano uno scettro particolare: un panino, anzi, una vera e propria “marenna”.

Un’allusione a dir poco geniale al personaggio di Loredana Simioli che continua a divertire e a incantare migliaia di napoletani. “Je so’ Mariarca e vaco a ppere a Maronna e ll’Arco“: chi potrebbe dimenticare quest’intro? Per non parlare della riflessione con cui Mariarca immancabilmente concludeva i suoi discorsi sulle pene d’amore: “L’uommene vanno truvanno tutte quant’ ‘a stessa cosa… ‘a marenna p”a fatica!”. Ha avuto il merito, inoltre, di reintrodurre il detto su Napoli e i 36 casali.

E così, nel video di “Nicola” possiamo ammirare Loredana Simioli in tutta la sua bellezza, condita di quel tocco di ironia sottile che le è proprio. Andrea Sannino, da artista sensibile, ha saputo rendere un omaggio immediato e degno a una grande personalità di Napoli, che ha lasciato in noi un ricordo indelebile.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più