Baby gang aggredisce un 13enne e i fratellini al centro commerciale La Birreria

Una baby gang al centro commerciale “La Birreria” di Napoli si è scagliata contro un ragazzo che andava a mangiare una pizza con i suoi  fratellini: trauma cranico e contusioni per lui. La segnalazione è arrivata al consiglio regionale da parte dei genitori della vittima il 29 luglio: il ragazzino, di anni 13, si era recato al centro commerciale per portare i fratellini a mangiare una pizza. Nemmeno il tempo di arrivare, è stato subito avvicinato da una baby gang che ha iniziato a minacciarlo.

Ma l’intimidazione non si è fermata alle parole. Infatti, dopo avergli chiesto “ Di dove sei?“, il ragazzino ha cercato di svincolarsi, inutilmente. è stato così colpito alla nuca mentre si sentiva ripetere le parole “Vuoi morire?“. Il ragazzino ha cercato, per come poteva, di difendersi ma ogni atto è stato inutile. È stato violentemente aggredito con schiaffi e calci da ragazzini più o meno della sua età.

Ad evitare il peggio è stato l’intervento di alcuni ragazzi, poco più grandi, che hanno in tutti modi diviso gli aggressori dalla vittima. Così, il ragazzo è stato curato presso l’ospedale Cardarelli dove gli è stato diagnosticato non solo un trauma cranico ma anche delle contusioni.

Messo al corrente dei fatti il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, ha reso nota la notizia.

“Oramai – afferma – la devianza giovanile è fuori controllo. In giro ci sono bambini di età compresa tra i 9 e i 13 anni che già si atteggiano a delinquenti. Per loro la violenza è un passatempo, un divertimento per impegnare il tempo. Vivono senza indirizzi, abbandonati dai genitori che non gli trasmettano alcun tipo di educazione. Speriamo che i carabinieri, ai quali è stata denunciata l’aggressione, avranno modo di dare un volto e un nome ai componenti della baby gang, in modo che il giudice possa valutare delle eventuali misure correttive”.

Potrebbe anche interessarti