Arrestate due ragazze: tentarono di uccidere una donna nella Metro di Chiaiano

Chiaiano metroNapoli – Arrestate due minorenni per aver accoltellato una donna a Chiaiano lo scorso marzo. La colluttazione avvenne per motivi personali tra la vittima ed una delle due ragazze.

Su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli, la Polizia ha effettuato l’arresto dopo l’ordinanza di custodia cautelare del 29 luglio. L’accusa è quella di tentato omicidio ai danni della donna. Dopo lo scontro è stata ricoverata in prognosi riservata presso l’ospedale Antonio Cardarelli.

Grazie alle indagini degli inquirenti si è scoperto che il fatto è avvenuto nei pressi della metropolitana di Chiaiano, verso la stazione da dove di lì a poco sarebbe stato aggredito e ucciso il tabaccaio Ulderico Esposito. Inoltre i motivi non si conoscono ancora nel dettaglio ma si sa che la vittima e le colpevoli si conoscevano perché la lite era nata su questioni di natura personale.

Per quanto riguarda gli arresti, come anticipato la Polizia ha dato esecuzione all’ordinanza per una delle due minorenni che è stata arrestata il 31 luglio. Mentre l’altra ragazza si è costituita nella giornata di oggi presso il centro di prima accoglienza.

Il fatto è un ulteriore segnale di pericolo della zona di Chiaiano. La stazione metropolitana si è resa infatti protagonista di due spiacevoli eventi nel giro di poco tempo. Da una parte, la moglie del tabaccaio morto lo scorso mese diede la colpa all’ANM di non aver protetto il marito, dall’altra forse un’assenza di agenti di sicurezza che non hanno stroncato la lite sul nascere.

Fatto sta che l’area sta diventando poco vivibile. Solo un aumento della sicurezza sia all’interno che all’esterno della stazione di Chiaiano può risollevarne le sorti. Paura e tensione oggi sono troppe. I cittadini devono essere tutelati, e devono essere le autorità competenti a prendere il toro per le corna e risanare la questione.

Potrebbe anche interessarti