Dipendenti dell’American Laundry bloccano galleria: polizia interviene con la forza

american laundry galleria vittoria poliziaNapoli– Poche ore fa ci sono stati attimi di panico alla Galleria della Vittoria. I dipendenti dell’American Laundry bloccano il traffico e la polizia è costretta ad usare la forza.

Dopo il caso Whirlpool un’altra azienda rischia di mettere a repentaglio la vita di altre 250 famiglie. Si tratta dell’American Laundry, ditta che fornisce biancheria agli ospedali. Un nuovo appalto infatti rischia di far perdere il lavoro a tutte queste persone.

La protesta è cominciata già ieri quando i dipendenti si sono mossi attraverso un sit-in all’esterno del Duomo di Napoli durante il miracolo di San Gennaro. Questa mattina invece si sono recati dapprima alla sede della Regione Campania per poi spostarsi in strada bloccando la galleria. Avevano la necessità di farsi sentire, e bloccare le auto nelle ore di punta era un’occasione da non perdere.

La manifestazione non è però durata molto a causa dell’intervento delle forze dell’ordine, che hanno avuto l’incarico di far defluire il traffico ad ogni costo. L’effetto dei manifestanti sulla viabilità stava dando i suoi frutti, file lunghissime e confusione generale. Le autorità non hanno potuto fare altro che portare via di peso i manifestanti.

La scena è però molto forte perché dall’ingresso della Galleria della Vittoria portano via anche alcune donne con la forza. Si sentono urla e grida sia dei manifestanti ma anche di passanti che stavano assistendo alla scena.

Al termine del caso Whirlpool, sembra quindi stia iniziando una nuova sfortunata avventura per tantissime altre famiglie. Iniziano a fiutare il pericolo di restare senza lavoro. E dato che la storia insegna, è bene iniziare a mobilitarsi da ora per non cadere nello stesso vortice in cui sono caduti gli operai dell’azienda Whirlpool.

Ancora una volta sono chiamate in gioco le istituzioni che dovranno avere il compito di tenere a bada gli operai cercando nel contempo di tutelarli sulle condizioni di lavoro.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più