Piazza Nazionale sull’orlo del baratro: “Una vera e propria discarica a cielo aperto”

Piazza NazionaleNapoliPiazza Nazionale sprofonda sempre più nel degrado nonostante l’attentato a Noemi. L’area avrebbe dovuto essere riqualificata, ma le condizioni continuano a peggiorare.

Il grave ferimento della piccola Noemi sembrava dover dare una scossa ad una zona disastrata come quella di Piazza Nazionale. Una piazza che vive un assoluto stato di degradazione e di alto rischio. Durante il giorno la sporcizia fa da padrona. La notte invece diventa luogo di malviventi e tossici.

Altro grande problema deriva dalla linea tranviaria. Sui binari infatti sono presenti cumuli di spazzatura di ogni tipo. Quest’immondizia ha reso l’aria irrespirabile. Durante l’estate il caldo aumentava il fetore e la puzza.

Ci si aspetta che nelle prossime settimane le istituzioni prendano in mano il caso riqualificando la zona. I residenti infatti stanno vivendo un periodo difficile ed hanno bisogno di essere tutelati.

Queste le parole del Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli intervenuto sulla questione:
Restiamo profondamente basiti dalla condizione di profondo degrado che caratterizza piazza Nazionale. A distanza di quattro mesi dal ferimento di Noemi nulla è cambiato. Anzi la piazza è peggiorata ancora.”

“La criticità più vistosa è senz’altro quella delle aiuole. I giardinetti sono rinsecchiti a causa dell’assenza di irrigazione. Si tratta di un problema che si ripresenta in corrispondenza dei mesi estivi. Il caldo trasforma l’erba in sterpaglie, rendendo le aiuole degradate. Occorre installare degli impianti automatici di irrigazione che rendano rigogliosa la vegetazione. Inoltre è necessario intensificare i controlli contro il fenomeno dello “scooter selvaggio”. 

Un secondo problema, altrettanto grave, è legato alla corsia del tram che attraversa la piazza. Da tempo è ridotta ad una vera e propria discarica a cielo aperto a causa degli incivili che la usano per abbandonare i rifiuti. Purtroppo la corsia, a differenza delle altre aree, non viene quasi mai ripulita. Abbiamo inviato una nota all’Asia e all’assessorato all’Ambiente del Comune di Napoli per chiedere di intervenire”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più