Napoli, parcheggiatore abusivo getta via le multe alle auto in sosta vietata

parcheggiatore abusivo multaNapoli è piena di parcheggiatori abusivi e alcuni di questi si rendono protagonisti di episodi spiacevoli. Come accaduto in Via Duomo: un parcheggiatore abusivo ha tolto dall’automobile una multa ricevuta per aver parcheggiato in sosta vietata.

Il video del gesto commesso dal parcheggiatore abusivo è stato inviato al consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che si è così espresso: “Un cittadino ci ha inviato un video che mostra un parcheggiatore abusivo che, con fare furtivo, toglie via la multa esposta su un’automobile che gli era stata affidata. Sono immagini che non ci sorprendono per niente, ben conoscendo i modi di pensare di questi delinquenti, ma che sono utili a smentire chi afferma che, alla fine, sono brave persone che non danneggiano nessuno.

“Si tratta invece di vere e proprie schiere di delinquenti che, con la loro strafottenza, creano problemi alla circolazione posteggiando le automobili nei luoghi più disparati, impedendo tra l’altro il passaggio ai mezzi di soccorso. Il loro unico obiettivo è ottenere quanto più denaro possibile e non si fanno scrupoli di convincere gli automobilisti più incauti a parcheggiare in sosta vietata.

Dinanzi al lassismo dell’ex ministro dell’Interno Salvini non possiamo che auspicare che il nuovo governo, nella persona del ministro Lamorgese, batta un colpo sul tema. Serve una norma ad hoc che permetta di ripulire le strade da questi criminali, estirpando finalmente una metastasi che va ingrandendosi man mano. Sono migliaia, infatti, i parcheggiatori abusivi attivi attualmente, e aumentano mese dopo mese. Dinanzi alle false promesse e alla tolleranza si sentono inattaccabile. Occorre invece arrestarli tutti e ristabilire la legalità lungo le nostre strade“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più