Secondigliano, una discarica tra le abitazioni: il fetore è insopportabile

SecondiglianoL’emergenza rifiuti torna a Secondigliano. Quintali di spazzatura dànno vita ad una discarica a cielo aperto nel Rione dei Fiori. Alcuni sacchetti sono addirittura arrivati in strada creando disagi alla viabilità.

Il problema dell’immondizia si fa sempre più forte. Ogni giorno si sente parlare di una nuova discarica in un’altra zona. Partendo sia dal centro di Napoli, come nei Quartieri Spagnoli, fino alle periferie.

La questione è diventata di grande portata a seguito del fetore che si è creato nell’area. La situazione è addirittura diventata insostenibile quando al fetore si sono aggiunti gli insetti creando un serio pericolo igienico e sanitario.

Durante la giornata di ieri inoltre un’autovettura che transitava lungo questa strada si è scontrato contro un sacchetto per poi finire dentro ai cumuli d’immondizia. Non solo problemi igienico-sanitari, ma anche alto rischio incidenti.

Sulla questione interviene anche il presidente della VII Municipalità Maurizio Moschetti. Queste le sue parole trasmesse da un canale social di Secondigliano: “A causa di difficoltà nel conferimento dei rifiuti agli stir che riguarda l’intera città di Napoli, anche sul nostro territorio, in questi giorni, si sono registrati pesanti disagi, con l’accumulo di circa 400 quintali. La situazione, come è emerso da un vertice delle ultime ore con Asia, dovrebbe migliorare tra stasera e domani, con una graduale ripresa della raccolta”.

La questione quindi è molto delicata a Secondigliano come in tutte le altre zone della città. Urge un intervento. I cittadini sono davvero stufi di queste situazioni assurde.

Potrebbe anche interessarti