Si masturba in treno e molesta una ragazza: applicato per la prima volta il “Codice Rosso”

codice rossoVentiseienne rumeno si masturba davanti ad una diciottenne sul treno e poi le mette le mani addosso. È successo circa quindici giorni fa su un treno regionale proveniente da Roma e diretto alla Stazione di Napoli Centrale. Ieri, nel pomeriggio, l’uomo è stato arrestato. Per la prima volta viene applicato il cosiddetto “Codice Rosso”.

Il tutto è avvenuto nell’ultimo vagone vuoto del treno. Approfittando dell’assenza di altri passeggeri, infatti, il ventiseienne si è avvicinato con una scusa banale alla ragazza appena diciottenne, si è spogliato ed ha iniziato a masturbarsi per poi tentare il contatto con la giovaneLa ragazza ha provato ad allontanarsi dall’uomo ma lui l’ha bloccata ed ha iniziato a palpeggiarla.

Giunta alla Stazione di Napoli Centrale, la diciottenne ha prontamente chiesto aiuto alla capotreno che ha allertato i poliziotti della Polfer della Stazione Centrale i quali sono riusciti a rintracciare l’uomo e a trarlo in arresto, mettendolo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In quell’occasione, per la prima volta in assoluto è stato applicato dal Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania il cosiddetto “Codice Rosso” che prevede il celere avvio del procedimento penale e dispone misure di tutela per le vittime di violenza sessuale.

Il GIP di Napoli Nord, nella giornata del 21 ottobre, considerati i precedenti specifici dell’uomo, ne ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari con la prescrizione di non comunicare, con qualsiasi mezzo possibile, con persone diverse da quelle conviventi.

L’esecuzione all’ordinanza è stata data ieri dagli Agenti della Polizia Ferroviaria di Napoli che nel pomeriggio hanno prontamente rintracciato il ventiseienne.

Potrebbe anche interessarti