Cardarelli, niente divise per i nuovi Oss: “Volevano darci camici usati”


PUBBLICITA' ELETTORALE

sanitàA.A.A Cercasi divise per neo assunti al Cardarelli. Si potrebbe intitolare una notizia che ha dell’incredibile. Sembrerebbe infatti che al Cardarelli non siano attualmente disponibili le divise per Oss. I neoassunti si sarebbero quindi ritrovati in una sorta di strada senza uscita, nel momento in cui hanno scoperto il tutto questa mattina.

Sembra che i fatti si siano svolti in questo modo. Dopo l’assunzione, i lavoratori si sarebbero recati alla lavanderia ospedaliera per ritirare le divise. Lì, però, si sarebbero trovati dinnanzi ad un muro, dal momento che non erano disponibili divise per i neo assunti. Sembra che il massimo a cui gli Oss potessero puntare fosse la possibilità di reperire “qualcosa di usato”.

Di fronte a una risposta del genere, i neoassunti si sarebbero giustamente indignati. Non hanno tardato ad arrivare anche i commenti della OS Cobas. “Non se ne può veramente più, oltre alle lenzuola di TNT che continuano ad arrivare nei reparti adesso mancano pure le divise per Oss.

Siamo ad un punto di non ritorno e di queste ditte che pur avvicendandosi non rispettano gli impegni presi“! Il Cobas chiede quindi un tavolo di confronto per risolvere questi problemi che “si riversano a 360 gradi non solo sui pazienti, ma oggi anche sul personale”.

Non sarebbe la prima volta che il Cardarelli si ritrova al centro di un’accesa polemica. Meno di due mesi fa, era esplosa la protesta dei precari a pochi giorni dalla pubblicazione della graduatoria finale del concorso per Operatore Socio Sanitario.

I lavoratori che operavano da anni nelle aziende ospedaliere campane e non erano mai stati regolarizzati temevano infatti di perdere il posto di lavoro. Gli Oss sembrano essere sempre meno tutelati, nonostante la loro importanza cruciale nell’assistenza e nella qualità di vita di un paziente. Non possiamo far altro che attendere ulteriori sviluppi della vicenda.

Potrebbe anche interessarti