Napoli, fanno esplodere fuochi d’artificio: i residenti se li ritrovano dentro casa

fuochi d'artificio in casaFuochi artificio in casa: è ciò che si sono trovati alcuni cittadini di via Campegna a Fuorigrotta. Questi fuochi erano stati fatti esplodere per il compleanno di una bambina e sono arrivati fin dentro le abitazioni dei residenti. A Napoli è abbastanza comune ritrovarsi invasi da fuochi d’artificio per qualsiasi evento e la gente è stanca di sentire i botti a qualsiasi ora di qualsiasi giorno, e soprattutto di notte.

A pagarne le conseguenze anche gli amici a quattro zampe che sono spaventati dal botto e non solo. La gente continua a non capire che sarebbe meglio evitare di sparare questi fuochi. Ci stiamo addentrando nel periodo natalizio e, probabilmente, ne sentiremo molti di più.

A commentare l’accaduto è Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale dei Verdi, che ha pubblicato il video inviatogli da un cittadino che ha vissuto la situazione sulla sua pagina Facebook: “Un malcapitato residente di via Campegna, a Fuorigrotta, ci ha inviato un video che testimonia l’inciviltà di chi fa esplodere abusivamente fuochi artificiali in strada, creando disagi e pericoli. In questo caso i fuochi sono stati esplosi per concludere i festeggiamenti del compleanno di una bambina, celebrati in una vicina sala di via Coriolano“.

Ovviamente, per procedere all’esplosione dei fuochi, gli incivili hanno dovuto bloccare la strada, con il materiale che, secondo la testimonianza del segnalante, è finito fin dentro le case. Una vergogna. Oramai la situazione riguardo questa pessima abitudine è fuori controllo. Abbiamo perso il conto delle denunce e delle segnalazioni che abbiamo effettuato in relazione all’esplosione abusiva di fuochi di artificio“, continua il Consigliere Regionale.

Oramai vengono usati per qualsiasi evento. Compleanni, battesimi, promesse di matrimonio. E il prossimo ne paga le conseguenze. Occorre una netta inversione di tendenza, anche attraverso un giro di vite che porti a severe sanzioni nei confronti di chi blocca strade, sporca e disturba la quiete altrui“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più