Capodanno a Napoli, numeri mostruosi. De Magistris: “Siamo 3 milioni, tutto esaurito”

capodanno a napoliCapodanno si avvicina e con esso tutti i festeggiamenti del caso nelle varie città d’Italia e del Mondo. Anche Napoli si prepara al grande evento con turisti che arriveranno da ogni angolo del mondo e numerosi spettacoli in programma, un Capodanno a Napoli tutto da vivere. Proprio quest’oggi, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha tenuto una conferenza stampa per raccontare come si svolgerà l’evento:

DATI MOSTRUOSI – “Dai dati che abbiamo a Napoli è già tutto pieno. Lo sforzo che è stato messo in campo è forte. Le risorse economiche per garantire servizi aggiuntivi ci sono così come adeguate sono le risposte della maggior parte dei lavoratori. Asia sta facendo uno sforzo imponente in condizioni difficili. Noi formalmente siamo 1 milione di residenti ma di fatto in questo momento siamo 3 milioni”.

AIUTO DA TUTTI – “Chiediamo l’ausilio, il sostegno e le proposte dei commercianti perché con maggiore senso di responsabilità e di comunità di tutti potremo proporre una Napoli migliore. Asia sta facendo uno sforzo enorme in condizioni difficili. Siamo arrivati al punto che i 5 passaggi giornalieri per pulire via Toledo, risultato clamoroso fino a qualche anno fa, non sono sufficienti. Devono arrivare, a differenza di anni passati, proposte e non lamentele. Chiusura dei negozi per chi non rispetta la pulizia? Cosa a cui non vogliamo arrivare perché sarebbe una sconfitta per tutti. Il turismo sta portando tanta economia, è un’opportunità di cui dobbiamo eliminare gli effetti collaterali”.

FORZE DELL’ORDINE – “Grazie allo sforzo di questa amministrazione da gennaio avremo 96 poliziotti municipali in più. E a mancarne non sono 100, bensì 800 rispetto all’organico. Però a noi compete lanciare il cuore oltre l’ostacolo. Grazie alla credibilità di questa amministrazione durante l’ultimo comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica abbiamo chiesto al governo la possibilità di scorrere fino a tutti gli idonei che sono 178. E da parte dell’esecutivo ho visto un atteggiamento che mi fa ben sperare“.

CONCERTO ANNULLATO – “Sono cose che non devono accadere, ci sentiamo tutti danneggiati per quanto e’ successo. Siamo in grado di recuperarlo ancor meglio di prima: il programma del nuovo evento del 3 gennaio sara’ ancora più ricco, non usciamo fuori dal periodo natalizio. È un’iniziativa molto forte a cui stanno lavorando Municipalità e Comune. Organizzare eventi è diventata una corsa ad ostacoli. Se nel nostro Paese fare cultura diventa superare ostacoli come se fosse il monte Bianco, non e’ una bella cosa. La sicurezza va garantita, pero’ non deve essere poi un eccesso. Il concerto della notte d’arte? Frutto anche di un coacervo impressionante di autorizzazioni che certe volte nulla hanno a che vedere con la sicurezza. La ‘Notte d’arte’ non c’entra niente con la sicurezza, anzi era meglio che si svolgesse per tenere tutti contenti e uniti in piazza”. Su questo argomento “c’e’ una verifica mia personale e sara’ fatta chiarezza fino in fondo. Secondo me si poteva evitare alla città una figuraccia del genere. E se qualcuno ha sbagliato paga, sia chiaro“.

CAPODANNO A NAPOLI – “Un programma molto variegato per tutte le esigenze, i gusti, come la nostra città e i tanti viaggiatori diversi che ci onorano di venire in città per il Capodanno. Ancora una volta un format originale in Italia, ma ormai consolidato a Napoli. Piazza Plebiscito è il fulcro, poi la grande discoteca del lungomare e altri come piazza Vittoria, il borgo Marinari. Il solito programma, ma con artisti diversi rispetto agli altri anni. Si aggiungono le novità di queste ore su piazza Garibaldi dove il 23 ed il 27 dicembre organizzeremo due iniziative culturali forti, molto diverse l’una dall’altra. I dati ci dicono che alberghi e b&b in città sono tutti pieni e questo ci riempie di orgoglio e responsabilità“.

Potrebbe anche interessarti