Raffaele Santagata non ce l’ha fatta: è morto a 18 anni per un tumore al cervello

raffaele santagata

Non ce l’ha fatta Raffaele Santagata, il giovane calciatore della Sangiustese, colpito dalla malattia che l’ha portato via in pochissimo tempo. Un tumore al cervello ha spento le sue speranza di diventare un grande calciatore. Lello è morto all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove era stato ricoverato per essere operato d’urgenza.

Era in coma e poche ore fa è arrivata la tragica notizia. Dai compagni di squadra e dal club di Serie D in cui giocava tantissimi messaggi di cordoglio: “La Sangiustese si stringe commossa, attonita e addolorata al dolore della famiglia Santagata per la prematura perdita dell’adorato Raffaele, compagno, amico e ragazzo speciale al quale in questi anni tutti si erano affezionati e che resterà per sempre nei nostri cuori. Ciao fratellino Lello riposa in pace”.

Anche la cantante neomelodica Nancy Coppola ha espresso il suo cordoglio alla famiglia: “Purtroppo Lello non ce l’ha fatta. Un giovane ragazzo di 18 anni di Melito. Mi associo al dolore dei propri cari. Riposa in pace“.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più