La madre del bimbo escluso dalla recita al ministro: “Aveva promesso chiarezza”

Bambino autisticoNon trova pace la mamma del bambino autistico di 5 anni escluso dalla recita a scuola. La donna si appella direttamente al ministro della scuola tramite una lettera.

Nelle scorse settimane si è tanto parlato di questo bimbo che invece di sentirsi integrato nella propria classe, è stato escluso ed emarginato dalla recita scolastica.

Da quel punto in poi è stato un continuo scambio di opinioni tra la madre del bimbo e la direttrice della scuola. Lei però chiede ancora giustizia e chiede al ministro di intervenire personalmente.

Queste le sue parole nella lettera: “Ho letto tanti proclami sul web,  personaggi e politici che si indignavano ma probabilmente solo per strappare like e commenti per i loro post. Ho apprezzato il suo post con il quale annunciava maggiore chiarezza. Chiarezza che però purtroppo non è stata ancora fatta.

“Secondo il mio parere, signora Ministro, in questi giorni la scuola italiana è diventata teatro di uno scempio. Di uno spettacolo orrido  in cui a un bambino, mio figlio, è stato negato di divertirsi insieme con i compagni di classe. La sua colpa? Non si tiene in fila e non parla e quindi la sua presenza nella recita natalizia non avrebbe avuto senso.

“Siamo stati convocati dal ministero, ma via WhatsApp, così com’è accaduto in occasione della comunicazione della sua esclusione dalla recita. Così come allora ho espresso perplessità per il metodo utilizzato.

“Signora Ministro, le chiedo di intervenire personalmente, da donna a donna, da mamma, lo so che lei mi può capire e che farà giustizia per Andrea e per tutti i bimbi emarginati come è successo a lui e di recente anche ai ragazzini non accettati nell’hotel in Ciociaria. Cominciamo a punire chi emargina per fare in modo che non accada più. Cominciamo dall’Istituzione più importante, la scuola, che prima di tutto deve insegnare a integrare e non emarginare. Altrimenti casi come quello di mio figlio e dei ragazzini in Ciociaria possono accadere di nuovo. Confido in lei.”

Potrebbe anche interessarti