Napoli, taxi assalito da ragazzini: salgono sul cofano per non farlo partire

Baby gangNapoli– Nel quartiere Sanità una baby gang ha vandalizzato un taxi e terrorizzato l’autista. Si tratta dell’ennesimo atto di inciviltà da parte di alcuni gruppi di ragazzini.

Ancora violenza, inciviltà ed irrispettoso comportamento nelle strade della città di Napoli, ancora una volta ad opera di baby-gang. Questa volta è stato un taxi in movimento a finire sotto l’occhio del ciclone.

Il tassista viene preso di mira e la gang gli urla contro, apre le portiere dell’auto, addirittura uno di loro sale sul cofano del taxi mentre si accinge a ripartire.

Insomma quello che è successo è davvero inaudito. Questi ragazzi non hanno alcun tipo di rispetto verso gli altri, e di conseguenza non hanno rispetto per la propria città. Essendo poco più che bambini è naturale che le colpe ricadano anche sui genitori che lasciano crescere i loro figli senza insegnare il rispetto per il prossimo. Ed è proprio su questo punto che Francesco Emilio Borrelli si è esposto.

Queste le parole del Consigliere Regionale : “Il fenomeno delle baby-gang va marginato, per non dire fermato del tutto. Ma dove sono i genitori di questi ragazzini? Vogliono che diventino dei veri e propri criminali? Il rimedio al problema sta nel rendere le nostre strade più sicure. Vigilanza e videocamere di sorveglianza e poi occorre fare un lavoro di rieducazione, che deve partire anche dai genitori. Se i genitori di questi ragazzi non sono in grado di dare loro dei buoni esempi allora bisogna togliergli la patria potestà. I colpevoli dell’accaduto nel Rione Sanità dovranno essere individuati e severamente puniti.  Al tassista aggredito va la nostra piena solidarietà.

Potrebbe anche interessarti