Residenti contro il centro sociale: “Musica alta fino alle 3. I lampadari si muovono”

centro sociale mezzocannone occupato

Subiamo musica ad altissimo volume fino alle 3 del mattino, i lampadari delle case si muovono. Dondolano…”, queste le parole dei residenti di via Mezzocannone.  Al civico numero 14 è presente un centro sociale che a tutte le ore genera un chiasso incredibile.

In tante sono state le persone che hanno denunciato e che sono state convocate al commissariato dei Decumani. A presiedere il comitato per la quiete pubblica e la vivibilità cittadina è l‘avvocato Gennaro Esposito, comitato che, ancora una volta, si trova a dover firmare denunce di questo tipo.

Sotto accusa è “Mezzocannone occupato“, un bene originariamente di proprietà del Demanio affidato all’Adisu. Il centro diventò celebre per il celeberrimo “trenino” del sindaco Luigi de Magistris, fatto all’interno del cortile.

Tantissime le denunce arrivate alla Procura, video e foto che testimoniano la calca di giovani che, ogni giorno si affolla lì fuori in attesa di poter entrare. Non ne possono più quindi i residenti che sono costretti ripetutamente a sentire rumori di ogni tipo. Tra i mesi di ottobre e novembre 2019 gli agenti incaricati dalla procura hanno sentito le testimonianze di diverse persone.

Spazientite da questa situazione lottano per riportare un po’ di tranquillità in quella zona.

Potrebbe anche interessarti