Giornata della Memoria: Napoli dedica una strada a Luciana Pacifici, uccisa dai nazisti

strada luciana pacifici

Luciana Pacifici, una dolce bambina, che aveva appena un anno quando ha perso la vita ad Auschwitz. In occasione della Giornata della Memoria, che cade ogni anno il 27 gennaio, la sua città natale, Napoli, le ha dedicato una strada a Borgo Orefici. Via Luciana Pacifici, prima era dedicata ad Azzarini, un magistrato. All’inaugurazione era assente, ancora una volta, la Comunità ebraica che è in polemica con l’assessore alla Cultura, Eleonora De Majo, per la posizione contro il governo Israeliano.

A commentare la strada Luciana Pacifici e l’assenza della comunità, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: “Non voglio fare polemiche, qui c’è tutta la città e non si deve costruire il rancore all’incotrario. Qui ci sono tutti quelli che si riconoscono nei valori di libertà ed uguaglianza. Quest’amministrazione ha avuto il coraggio di cambiare questo luogo da Azzarini a Luciana, bimba ebrea. Chi non c’è ha torto. Questa è la città delle quarto giornate che si è liberata dal Nazi-Fasciscmo. A questa rivolta parteciparono anche i bambini“.

Le radici vanno innaffiate ed è per questo che la giornata della memoria è importante. Bisogna ricordare ciò che è stato. Di questi tempi ci sta chi alimenta e soffia verso una cultura anti-semita facendo consenso politico con la caccia al nemico. Le polemiche sono pretestose. Criticare non vuol dire andare conto. E’ come se mi mettessi a criticare Trump e qualcuno dice che odio gli americani. Non è la stessa cosa. Chi oggi non c’è ha torto“.

Potrebbe anche interessarti