Sosta selvaggia, ambulanze e bus bloccati: ma le strisce blu costano 20 euro al giorno

bus intrappolato auto sosta selvaggiaNapoli Il problema del parcheggio è uno di quelli che maggiormente affliggono la nostra città. Sono troppe le auto che circolano per le strade, anche a causa di trasporti pubblici per nulla sufficienti, spesso interessati da guasti, scioperi e ritardi clamorosi. Le strisce bianche sono un miraggio, mentre la tariffa oraria nelle strisce blu è troppo esosa ed arriva a costare 2,50 euro all’ora: ciò che significa che una giornata di lavoro costa circa 20 euro soltanto per parcheggiare l’auto al centro. In tale situazione proliferano parcheggiatori abusivi e sosta selvaggia, con tutte le conseguenze del caso: traffico, marciapiedi ostruiti, ambulanze e autobus bloccati.

Ha senso dunque l’ennesima denuncia sul fenomeno della sosta selvaggia del consigliere regionale Borrelli, ma fino ad un certo punto. La gente ha bisogno di recarsi al lavoro con l’auto, e deve pur parcheggiarla da qualche parte. Quattrocento euro al mese per le strisce blu tanti, e diventano ancora di più se si parcheggia in un garage privato. Un costo al quale si devono aggiungere quelli del carburante e del pedaggio autostradale e della tangenziale.

Alla denuncia dovrebbe dunque aggiungersi l’impegno per far sì che vengano meno le condizioni dell’inciviltà, poiché non si può vivere di sola repressione: ci vogliono anche buon senso e osservazione della realtà. Bisogna potenziare i trasporti pubblici, è questa la priorità: diminuiscono le auto, aumentano i posti dove poter parcheggiare in maniera lecita. Francesco Emilio Borrelli, dato il suo ruolo sia nella maggioranza in Regione Campania, sia a livello mediatico, potrebbe fare ben presenti tali questioni e proporre delle soluzioni.

“Ogni giorno ci giungono diverse segnalazioni di situazioni estreme di parcheggio selvaggio che congestionano le strade e creano impedimenti importanti ai cittadini, agli automobilisti e al trasporto pubblico. Ogni giorno degli autobus di linea restano intrappolati a causa delle auto in sosta in doppia fila e ciò genera un effetto domino di caos e disagi in una situazione già di disagio per il trasporto pubblico” – commentano il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli con il conduttore radiofonico Gianni Simioli – “Questi parcheggi impropri ed illeciti sono opera di incivili o governati dai parcheggiatori abusivi che, pur di favorire i loro incassi, sistemano le auto in ogni anfratto, rimpinzando le strade di macchine senza alcun senso logico e civile. Bisogna allora intervenire duramente, multando e rimuovendo le auto in divieto di sosta e segnalando tutti coloro sorpresi ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo.”

Potrebbe anche interessarti