Coronavirus, molti bus non sono usciti: ANM chiede maggiore tutela

AutobusNapoli– I Rappresentanti del lavoro chiedono maggiore sicurezza sui bus dell’ANM a causa del Coronavirus. Già nei giorni scorsi sono state apportate delle pulizie speciali, ma queste devono essere fatte senza interrompere il servizio di uscita degli autobus.

Il Coronavirus ha scatenato ormai un’epidemia. Ecco quindi che ognuno cerca di ricorrere ai ripari. Questo discorso vale ovviamente anche per gli autobus ed i suoi viaggiatori. Troppo spesso infatti troviamo i pullman di linea in condizioni igieniche pietose. Ad iniziare dalla spazzatura che c’è sul bus ai bagni che non hanno quasi mai sapone e carta igienica.

In questo momento però nessuno si può permettere di viaggiare senza questi igienizzanti di base. L’epidemia sta mettendo a soqquadro l’intero paese e i bus Anm, che sono sempre sovraffollati, devono farsi trovare pronti ad affrontare il coronavirus. Per questo motivo, quindi, stamattina alcune corse degli autobus sono saltate. I rappresentanti del lavoro si sono quindi ribellati.

LEGGI ANCHE
Video. Degrado autobus ANM: “Io ho vergogna di lavorare qui”

Questo perché dei fogli erano stati apposti all’esterno di alcuni bus, e sostenevano che la vettura fosse stata igienizzata. In realtà nessuna certificazione ufficiale è stata presentata. Queste le parole dei rappresentanti del lavoro riportate da il Mattino: “Le verifiche dei mezzi sono state effettuate in un contesto ostile ed aggressivo. Accompagnato da velate minacce su cui ci riserviamo di attivare le opportune procedure.

“Nonostante ciò siamo comunque riusciti a constatare una palese incongruenza circa i livelli di pulizia previsti. Dopo qualche ora, in considerazione del clima teso determinatosi. Abbiamo preferito spostarci presso il capolinea di piazzale Tecchio per informare i lavoratori circa i rischi da epidemie virali”.

 

LEGGI ANCHE
Napoli, è ufficiale: gli allenamenti riprenderanno mercoledì prossimo

Potrebbe anche interessarti