Il papà di Ugo Russo alla manifestazione per i carabinieri: “Il loro ruolo è insostituibile”

Napoli – Il papà di Ugo Russo, il ragazzino freddato dal carabiniere durante una tentata rapina nei giorni scorsi, ha partecipato ad una manifestazione di solidarietà verso i carabinieri.

Vincenzo Russo si discosta dagli episodi che hanno seguito la morte del figlio, ossia la distruzione del pronto soccorso e la sparatoria all’esterno della caserma, e afferma l’importanza delle forze dell’ordine nella società. In particolar modo sottolinea l’importanza della loro posizione a Napoli, una città molto difficile.

Queste le parole di Vincenzo Russo riportate da Cronache della Campania: “Senza forze dell’ordine saremmo tutti prede e predatori. Il loro ruolo è insostituibile.”

Ovviamente questo non significa che il padre di Ugo abbia rinunciato a chiedere la verità sulla morte del ragazzo, ma dimostra che non è in collera con le forze dell’ordine.

Per quanto invece riguarda la sparatoria che ha coinvolto il figlio, il papà, come tutta la famiglia vuole che sia fatta chiarezza. Soprattutto perché le prime dichiarazioni del padre sull’incidente asserivano che, secondo lui, il carabiniere aveva sparato mentre il ragazzino scappava. Tesi confermata poi anche dal complice dello stesso Ugo. Gli esami dei periti e la visione dei filmati delle videocamere di sorveglianza faranno ad ogni modo luce sulla questione.

Potrebbe anche interessarti