Coronavirus, De Luca: “Dobbiamo aspettarci un picco di contagi. Locali chiusi alle 18”

Il presidente Vincenzo De Luca ha rilasciato un videomessaggio su Facebook attraverso la pagina ufficiale della Regione Campania. Le sue parole riguardano le ultime notizie sul Coronavirus in Campania. In particolare si è soffermato sulla chiusura anticipata dei locali e dei bar e sul probabile picco di contagiati a marzo.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

La misura di sicurezza di stare ad un metro di distanza nei bar non è stata rispettata nel fine settimana. Quindi De Luca ha deciso di appellarsi al governo per far si che i bar chiudano alle 18:00.

Un provvedimento quindi doveroso per limitare il contagio. Questo, insieme anche alla chiusura di ogni attività sportiva a tutti i livelli, sono solo le novità di oggi.

Queste le parole del governatore della Campania a proposito della chiusura anticipata dei locali: “Inviato la richiesta al governo per un provvedimento di chiusura dei locali alle 18 di sera. Teniamo aperti bar e ristoranti ma garantiamo un metro di distanza per i clienti, sono cose ingestibili che non hanno riscontro nella realtà. Centinaia di ragazzi sabato notte si affollavano l’uno sull’altro. Questo contagio è destinato a dilatarsi. Ai ragazzi dico siate responsabili, potete infettare genitori e nonni. Come si fa a non capire?”

De Luca interviene anche sul probabile picco che si registrerà a marzo: “Dobbiamo aspettarci per il mese di marzo un picco nella nostra regione. Non è un grandissimo problema ma abbiamo preso delle misure come segnalare all’ASL di appartenenza a chi viene dal nord. Capiterà quello che capita per gli altri e cioè l’isolamento domiciliare. Il 90% non risulterà contagiato ma chi dovesse risultarlo rimane a casa contatta il medico di famiglia e solo se necessario viene ricoverato in ospedale.”

“I bar di Chiaia, via Partenope e Posillipo intanto hanno annunciato la disponibilità a chiudere autonomamente i locali di sera. Questo, secondo Vincenzo De Luca, denota la comprensione del problema, si tratta di un grande gesto che merita apprezzamento perché si comincia a capire la portata dei problemi e mettere in atto comportamenti idonei e responsabili.

Potrebbe anche interessarti