“Attiviamo la solidarietà”: quattro aiuti dell’Ex OPG per la cittadinanza durante l’emergenza

ex opgAnche i giovani dell’Ex OPG “Je so’ pazzo” si mobilitano per l’emergenza attivando la solidarietà attraverso quattro aiuti concreti al servizio della comunità. Ecco il messaggio che si vuole lanciare: “Il Coronavirus può contagiare chiunque, limitare il contagio è fondamentale. C’è però chi può attrezzarsi meglio a resistere in questi tempi difficili e chi invece sta vivendo in questi giorni una situazione drammatica.

“Sono tantissimi infatti i lavoratori che sono stati licenziati in queste settimane, sono tantissime le fasce sociali che sono attualmente rimaste senza sostegno adeguato per la sopravvivenza quotidiana, come i migranti nei centri d’accoglienza e nei campi, i senzatetto, le famiglie disoccupate che si rivolgevano ai servizi di supporto per la spesa alimentare.

“Per questo abbiamo deciso, ancora una volta, di attivarci, insieme, dal basso. Di fronte all’insufficienza delle misure istituzionali, abbiamo bisogno di sostegno e solidarietà popolare. Per questo abbiamo attivato quattro servizi di solidarietà”.

I quattro servizi di solidarietà che l’Ex OPG ha messo a disposizione sono i seguenti:

  1. Il telefono rosso: un canale diretto con i nostri avvocati per denunciare le situazioni illegali e insicure che si stanno verificando in molti posti di lavoro. In pochi giorni abbiamo ricevuto più di 170 chiamate da tutta Italia (dal lunedì al venerdì: dalle 11:30 alle 13:00 al 328 396 5965, dalle 13:00 alle 15:00 al 320 871 9037, dalle 18:00 alle 19:30 al 351 967 5727 e dalle 19:00 alle 20:30 al 327 297 9156);
  2. Aiuto per anziani e persone con difficoltà motorie: consegna della spesa, acquisto dei farmaci, pagamento di bollette etc… (dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 12:30 al 351 072 2056 e dalle 15:30 alle 19:30 al 333 279 6680);
  3. Consegna di pacchi alimentari: per chi è in grave difficoltà economica o è rimasto isolato e non può permettersi di fare la spesa (dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 12:30 al 351 072 2056 e dalle 15:30 alle 19:30 al 333 279 6680);
  4. Numero rosso contro gli sciacalli: per segnalare situazioni di particolare abuso, come un aumento dei prezzi sproporzionato dei beni di prima necessità (dal lunedì al venerdì dalle 11:00 alle 19:00 al 389 198 0547).
LEGGI ANCHE
Coronavirus in Campania, sale il numero di contagi: il bollettino delle ore 17

ex opgOltre a questi servizi solidali, l’Ex OPG “Je so’ pazzo” ha dato il via anche ad una raccolta fondi per l’emergenza.

Potrebbe anche interessarti