A Napoli le stese della solidarietà: in scooter per aiutare i bisognosi

Con l’emergenza Coronavirus, a Napoli, nascono le stese della solidarietà. Ogni giorno, dall’associazione evangelica “Tabita Onlus”, partono degli scooter con alla guida volontari che consegnano beni di prima necessità ai più bisognosi.

Non si tratta, dunque, delle stese camorristiche che seminano terrore tra la popolazione ma iniziative solidali a sostegno dei propri concittadini che oggi più che mai vertono in situazioni di disagio.

Mimmo Pazzi, presidente dell’associazione, sita a Sant’Anna di Palazzo ai Quartieri Spagnoli, a www.ilmattino.it ha dichiarato: “Con l’aiuto di Dio e con la forza della fede stiamo provvedendo a portare ristoro a decine di persone che non hanno di che mangiare. Ringraziamo chi ci dà la possibilità di compiere tali gesti. Noi siamo le braccia e il cuore della gente. La forza è del Signore, con Lui ce la faremo”.

I volontari, prima di partire con i loro scooter, si riuniscono tutti insieme in preghiera nella piccola sede di Vico Tiratoio.

LEGGI ANCHE
SciòNapoli, "Quattro Passi" nei Quartieri Spagnoli

“La gente apprezza, si commuove” – continua Pazzi – “Qualcuno ferma i ragazzi non per sé ma per indicare la presenza di altre persone che vivono nei bassi, nel dedalo dei vicoli dei Quartieri Spagnoli”.

Un’iniziativa che riempie d’orgoglio il popolo napoletano e che si aggiunge a tante altre iniziative di solidarietà messe in campo a Napoli per far fronte alla drammatica situazione che tutta Italia sta vivendo.

Potrebbe anche interessarti