Coronavirus in Campania, picco a metà aprile: si pensa ad una riapertura a maggio

Coronavirus via Toledo
Foto di Giuseppe De Chiara

Napoli– Il picco di contagio da Coronavirus in Campania dovrebbe avvenire a metà aprile con una lenta riapertura a partire da maggio.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene.

L’ultima settimana la Protezione Civile ha stilato dei dati che rispecchiano certamente un andamento positivo. Questo però non significa che la pandemia sia già stata sconfitta, anzi.

Questo è proprio il momento in cui bisogna tenere gli occhi aperti, fare maggiore attenzione e non rischiare un nuovo collasso. È il momento di stringere i denti.

Per quanto riguarda la Campania, ci si aspettava il picco già in questi giorni, per poi avvicinarsi ad un livello di nuovi contagi pari all’1% dei tamponi che vengono effettuati ogni giorno. Mentre negli ultimi due giorni si sono registrati rispettivamente 120 e 76 casi per una stima del 6%.

LEGGI ANCHE
Si ferma per l'emergenza anche l'arte di Jorit a Bacoli: "Coraggio. Torneremo più forti."

Prevista dunque a maggio una graduale riapertura della regione che porterebbe la fine di questo delicatissimo momento storico. Intanto però è da sottolineare il grande sforzo che ogni napoletano sta compiendo ogni giorno.

Come ha dichiarato lo stesso Sindaco Luigi de Magistris ieri mattina a Rai 3, i napoletani si sono barricati in casa già prima del decreto, e questo è un sintomo di grande maturità.

La notizia è stata riportata questa mattina dal quotidiano il Mattino.

Potrebbe anche interessarti