Coronavirus, il sindacato di polizia: “Espulsione coatta per i migranti al Vasto”

VastoNella zona del Vasto, quartiere di Napoli a ridosso di Piazza Garibaldi, un numero elevatissimo di migranti che girano per le strade in barba alle restrizioni imposte dal decreto per l’emergenza Coronavirus. A denunciarlo è il Libero Sindacato di Polizia, attraverso le parole del Segretario Generale, Antonio de Lieto: “Mentre gli ITALIANI in ossequio alle restrizioni imposte dal Governo restano chiusi nelle proprie abitazioni, i signori migranti passeggiano in largo e lungo per le vie del Vasto. Non è possibile che questi individui “beffeggiano” l’Italia e gli Italiani che nei lori confronti sono stati più che disponibili, assicurando loro condizioni di vita dignitosa“.

La quarantena tutti devono rispettarla, a tal riguardo è necessario dislocare nelle zone cosiddette “calde” personale dell’Esercito e del Reparto Mobile di Napoli per far rispettare anche agli “ospiti” le leggi dello Stato Italiano. Questi signori forse credono che tutto gli è concesso e nel caso di specie hanno messo in serio pericolo i cittadini per possibili nuovi casi di contagi del Coronavirus. L’umanità e l’accoglienza sono alla base della civiltà, ma quando si giunge alla situazione in cui si trova il nostro Paese, è giusto e doveroso verso gli interessi dell’Italia e degli Italiani, dire “stop”. E’ giunto il momento che i nostri governanti diano un segnale forte: leggi speciali e pugno duro per gli ospiti che non rispettano le nostri leggi“.

Potrebbe anche interessarti