Coronavirus, l’Unione Industriali di Napoli dona 400mila euro all’Ospedale del Mare

Unione Industriali di Napoli dona 400mila euro all'Ospedale del MareUna donazione da record quella dell’Unione Industriali di Napoli. Sono giunti, infatti, ben 400.000 euro per sostenere la realizzazione del Covid Center dell’Ospedale del Mare: solo pochi giorni fa sono arrivati i container, trasportati da una lunga fila di camion, utilizzati per la sua costruzione.

I fondi raccolti dagli industriali serviranno in modo particolare a sostenere l’acquisto, già contrattualizzato, di apparecchiature elettrobiomedicali e ventilatori polmonari che serviranno a rendere pienamente efficienti i reparti modulari di Ponticelli.

«Un gesto di grande sensibilità sociale e di appartenenza – dice il direttore generale Ciro Verdoliva – che mette ancora una volta in luce la qualità umana e professionale dei nostri concittadini e la credibilità delle azioni messe in campo dal Presidente De Luca. Napoli è veramente una città straordinaria, una città che sa gettare il cuore oltre l’ostacolo quando serve e che non si arrende alle difficoltà. Al di là del valore materiale di questo gesto, che è veramente importante, per tutti noi che siamo impegnati a chiudere in tempi brevissimi questo cantiere, e che per questo restiamo lontani dalle nostre famiglie, gesti simili sono un’iniezione di fiducia e un sostegno morale importante».

Hanno aderito alla raccolta fondi dell’Unione Industriale di Napoli anche la Fondazione Grimaldi, imprenditori, professionisti e comuni cittadini che, si legge nella lettera inviata dall’Unione Industriale di Napoli «hanno apprezzato l’impegno e la determinazione con cui la Regione è intervenuta per far fronte all’emergenza originata dalla pandemia».

Realizzato in tempi record, il Covid Center dell’Ospedale del Mare di Ponticelli prevede a pieno regime 72 posti letto di terapia intensiva. I posti saranno attivati in due step, dalla prossima settimana i primi 48 posti saranno funzionali e funzionanti e successivamente gli altri 24 posti. Per centrale l’obiettivo il cantiere del COVID CENTER dell’Ospedale del Mare non si è mai fermato, proseguendo con i lavori anche nei giorni di Pasqua.

Potrebbe anche interessarti