Coronavirus, carabinieri provvedono alla distribuzione di 40 tablet per gli studenti

Coronavirus Rione Sanità carabinieriNapoli– Al Rione Sanità i carabinieri hanno provveduto alla consegna di 40 tablet per i ragazzi del quartiere, per permettergli di studiare durante l’emergenza Coronavirus. Si tratta di tutte famiglie bisognose che la scuola ha sostenuto con i propri fondi.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene.

La scuola, ai tempi del Coronavirus, è cambiata radicalmente. Niente più lezioni in aula guardando negli occhi la maestra o i professori, e spazio alle lezioni virtuali, quelle online. Non tutte le famiglie però possono permettersi la strumentazione adeguata per garantire ai propri figli il corretto svolgimento delle lezioni. Ci sono famiglie con 3 o 4 figli che hanno un solo pc a casa.

Per questo motivo la preside della scuola elementare Angiulli e la preside del Convitto nazionale, con una sede dell’educandato statale anche nel Rione Sanità, ha provveduto a tale acquisto per contrastare gli effetti del Coronavirus, come riporta l’edizione odierna de il Mattino.

Il problema però, dopo l’acquisto, era la distribuzione. Doveva avvenire in tutta sicurezza senza mettere a rischio la salute degli alunni e dello stesso personale scolastico. Per questo motivo sono intervenuti su richiesta i carabinieri, che hanno prontamente consegnato il tutto.

Un atto necessario per garantire a questi bambini e ragazzi la formazione scolastica, dato che le scuole non riapriranno neanche a maggio.

Potrebbe anche interessarti