Coronavirus in Campania: Paolo Ascierto nominato coordinatore gruppo di ricerca

Paolo AsciertoL’ormai noto oncologo del Pascale Paolo Ascierto, è stato nominato coordinatore del gruppo di ricerca per il Coronavirus in Campania.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene.

A proporre la sua nomina sono stati i direttori generali e scientifici dell’Istituto Pascale di Napoli: Attilio Bianchi e Gerardo Botti.

Gran parte del merito di questa nomina va a quella che ormai è definita la cura Ascierto. Il medico infatti ha avuto l’intuizione di utilizzare il Tocilizumab sui pazienti affetti da Coronavirus.

In principio, questo farmaco per l’artrite, era stato impiegato solo su alcuni pazienti proprio del dottor Ascierto. Quando però i risultati sono cominciati ad essere positivi, la cura si è espansa in tutto il paese, fino ad ottenere anche il riconoscimento dell’AIFA (Agenzia Italiana Del Farmaco).

Nonostante gli ottimi risultati però il medico originario di Solopaca ha dovuto affrontare tante critiche. Soprattutto quelle sopraggiunte dall’infettivologo milanese Massimo Galli, scatenando un putiferio mediatico.

Ascierto però ha continuato a procedere per la sua strada mettendosi al servizio della medicina non curandosi delle critiche. Fino a diventare coordinatore del gruppo di ricerca per il Coronavirus in Campania.

Nel gruppo però ci saranno anche altre figure importanti. Tra questi: Ugo Trama (responsabile dell’Unità Operativa Dirigenziale 08 “Politica del Farmaco e Dispositivi” della Regione Campania), Giuseppe De Pietro (direttore dell’Istituto di Calcolo-Reti e Alte Prestazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche per la raccolta dati e l’utilizzo delle intelligenze artificiali.)

Potrebbe anche interessarti