La mascherina lavabile e 100% riciclabile: l’invenzione low cost Made in Napoli

Nasce dall’idea di due fratelli napoletani una nuova mascherina filtrante riciclabile. D’obbligo per tutti è indossare una mascherina quando si esce dalle proprie case, quelle in commercio però presentano alcune caratteristiche a sfavore dell’ambiente.

Giuseppe e Salvatore D’Angelo, sono i nomi dei due ragazzi che hanno dato vita a questo fantastico progetto eco-friendly. Queste le loro parole: “Durante la quarantena abbiamo unito le nostre forze per produrre qualcosa di nuovo. Ci siamo chiesti: perché non realizzare una mascherina con filtri facilmente reperibili e soprattutto low budget? M-ASK è stata la risposta alle nostre domande. Il progetto per noi ha un valore sia ambientale che sociale. Vogliamo nel nostro piccolo proteggere la natura e produrre uno strumento necessario in questo periodo di emergenza, adatto a tutte le tasche.

“Nella parte frontale la mascherina è dotata di un’apposita fessura su cui far aderire il tampone filtrante composto da medicazioni adesive sterili in TNT, i comuni cerotti in tessuto non tessuto che si trovano i tutti i supermercati, nelle farmacie e nelle parafarmacie a basso costo. Questa emergenza ha cambiato il volto dell’Italia, noi abbiamo cercato di dare un contributo. Doneremo 500 mascherine a chi ne ha più bisogno in questo momento. E poi l’augurio è che un giorno dal riciclo di M-ASK possano nascere occhiali da sole e trolley per ritornare a girare il mondo”.

Realizzata con la collaborazione dell’azienda di stampaggio materie plastiche DNT srl diretta da uno dei fratelli, Salvatore, ingegnere edile, titolare anche dello studio SUIGENERIS design. Aiuto fondamentale arriva dal Poliba di Bari e dal Cesna della Federico II di Napoli.

Riutilizzabile più volte, lavabile e disinfettabile è la mascherina del futuro, quelli che tutti vorremmo. Grazie ad una fessura sulla parte frontale è presente il tampone filtrante, protagonista indiscusso dell’efficacia di questa mascherina. Composte infatti da tre strati ( TNT + Airlaid + LDPE ), hanno come caratteristiche principali le seguenti: sterilità, ottima capacità filtrante, buona traspirabilità, idrorepellenza, basso carico biologico ed economicità.

Da non sottovalutare il basso impatto ambientale. La nuova mascherina, infatti, diversa da quelle monouso, può essere riusata riducendo quindi la mole di spazzatura indifferenziata. Riciclabile al 100%, impermeabile, conformabile e pienamente disinfettabile, rende possibile un ampio movimento alla bocca, nonostante sia ben aderente al volto.

Ancora una volta la nostra terra sforna talenti indiscussi, persone che mettono al servizio degli altri le proprie capacità, meritano tutto il nostro rispetto e la nostra stima. I due fratelli hanno dato vita ad una campagna che partirà oggi per far conoscere la loro idea nel mondo, ecco il link per saperne di più: Kickstarter.

Potrebbe anche interessarti