Coronavirus: Ciro Oliva e Poppella donano 1000 pizze e fiocchi di neve a settimana

ciro oliva poppellaIl 4 maggio inizia la Fase 2 dell’emergenza coronavirus, annunciata da Giuseppe Conte. Il nuovo decreto contiene in realtà disposizioni molto prudenti e per una vera e propria ripartenza probabilmente si dovrà aspettare ancora un bel po’. Nel frattempo la situazione economica delle famiglie è diventata critica, specialmente al Sud, dove gli stipendi sono bassi e i risparmi messi da parte sono finiti presto. Napoli non fa eccezione, per questo è fondamentale la straordinaria rete di solidarietà messa in campo dai cittadini che sta consentendo ai chi è un po’ fortunato di tirare avanti.

In questa ottica si inserisce l’iniziativa di quelle che sono ormai due istituzioni del Rione Sanità, la pizzeria da Concettina ai Tre Santi e la pasticceria Poppella, le quali tra l’altro sono distanti pochi metri. Ciro Poppella e Ciro Oliva hanno così deciso di consegnare due volte a settimana, il martedì ed il venerdì, 500 fiocchi di neve e 500 pizze direttamente a casa di 350 famiglie bisognose della Sanità. I titolari aprono le proprie attività soltanto per motivi di solidarietà e non per vendere i loro prodotti, come avevano annunciato nei giorni scorsi.

Una scelta di cuore da parte dei due Ciro nei confronti di chi nella Sanità è in serie difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. Sono passati molti giorni dalla chiusura di tante aziende che permettevano a molte famiglie di vivere e mangiare. La sofferenza è aumentata costantemente ed è per questo che era d’obbligo partecipare fattivamente con la produzione di dolci e pizze in modo tale da soddisfare in parte le esigenze di chi ha bisogno.

“Solo con un grande impegno – hanno spiegato Ciro Oliva e Ciro Poppella – possiamo superare un momento così terribile per tutta la nostra comunità. Ognuno di noi deve fare la sua parte, qui c’è tanto da fare e noi ci mettiamo in prima linea cercando di soddisfare le esigenze delle famiglie del nostro quartiere. Il martedì e il venerdì le nostre attività produrranno i fiocchi di neve e le pizze che saranno consegnate a domicilio”.

Potrebbe anche interessarti