Tribunale di Napoli, magistrato e cancelliere positivi al Covid: isolato un piano della Torre B

Coronavirus tribunale di napoliNapoli – Questa mattina è stato sigillato un piano della torre B nel Tribunale di Napoli per permettere i lavori di sanificazione a seguito di due nuovi contagi da Coronavirus.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

Si tratta dell’area che ospita le stanze del giudice dell’ufficio indagini preliminari e del cancelliere, risultati positivi al Coronavirus dopo aver effettuato il tampone.

Nelle ultime settimane il contagio da Coronavirus è in forte calo, ma non è ancora stato battuto. Per vincerlo infatti bisogna solo aspettare il vaccino. Nel frattempo l’allerta è massima perché c’è la paura di poter tornare alla fase vissuta a cavallo tra marzo ed aprile.

Con la Fase 2 però c’è una parvenza di ritorno alla normalità. Si può uscire per passeggiare e per andare a trovare parenti. In questo piano di ripresa era prevista anche la riapertura del Tribunale di Napoli che però potrebbe slittare a causa di questi due nuovi contagi.

Il programma prevedeva una riapertura totale nella giornata del 12 maggio. Nell’ultimo periodo infatti, il Tribunale svolgeva solo una parte delle sue attività.

Inoltre, è stato spostato anche un flash mob, quello degli avvocati contro il processo da remoto. L’incontro era fissato infatti per domani mattina a piazza Cenni, ma a causa della vicenda che vede coinvolti cancelliere e magistrato, si sono dati appuntamento online. A riportarlo è il Corriere del Mezzogiorno.

Potrebbe anche interessarti