De Magistris gioisce per la liberazione di Silvia Romano: “Non giudico, sono orgoglioso”

Silvia RomanoQuesta mattina il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris è intervenuto, durante un’intervista, sulla vicenda legata a Silvia Romano, la ragazza dissequestrata grazie ad un riscatto.

In questi giorni, oltre al Coronavirus, una notizia è finita nell’occhio del ciclone, ed è quella di Silvia Romano. Una ragazza che per 18 mesi è stata sequestrata in Kenya e che è stata liberata solo dopo il pagamento di un riscatto da parte dello Stato italiano.

La vicenda però ha suscitato non poche polemiche, vista la crisi in cui versa il nostro paese. Le critiche sono state poi alimentate dalla presunta volontà di Silvia di tornare in quello stesso villaggio. Sulla vicenda sono in corso le dovute indagini, ma nel frattempo, oltre a chi critica la scelta governativa di pagare il riscatto, c’è chi gioisce per il rimpatrio. Tra questi anche il primo cittadino napoletano Luigi de Magistris.

Queste le parole di De Magistris a La 7: “Ci siamo chiesti spesso se dopo la pandemia l’Italia ne uscisse migliore o peggiore. Questo è stato un primo test davvero indegno. Innanzitutto giudicare un anno e mezzo di prigionia, vuol dire che non avete proprio idea di cosa abbia passato. Dobbiamo avere rispetto per una donna che è stata un anno e mezzo sequestrata. Una ragazza di 24 anni che ha fatto una scelta di vita di stare con gli ultimi della terra, con quei bambini sorridenti.

“Chiaro che in un paese democratico bisogna comprendere come si sia arrivati alla liberazione, quali siano state le dinamiche, quali le organizzazioni criminali. Non c’è, mi auguro, il segreto di Stato. Ma oggi godiamoci l’Orgoglio di una ragazza italiana di 24 anni che ha fatto del bene nella vita con l’amore, che adesso è rientrata e che oggi riabbraccia i familiari. Io non voglio giudicare, voglio essere orgoglioso e contento in questo momento.”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più